img

Solidarietà ai sei Rappresentanti Lavoratori Sicurezza... raggiunto e superato l’obiettivo degli 80.000 euro, raccolti 135.311 euro.

Alla campagna di sottoscrizione promossa dalla Cassa di solidarietà tra ferrovieri toccata quota 3.00 adesioni individuali e collettive.

Così ecco raggiunto e superato l’obiettivo degli 80.000 euro. Precisamente il 1° Maggio, dopo un mese, siamo arrivati a 135.311 euro.

Straordinarie sono state sia la partecipazione, sia il sostegno ai sei delegati Rls (Rappresentanti per i lavoratori alla sicurezza), Vincenzo Cito, Filippo Cufari, Dante De Angelis, Maurizio Giuntini, Alessandro Pellegatta, Giuseppe Pinto, estromessi dalla costituzione di parte civile e costretti a pagare 80.000 euro per spese legali a causa della vergognosa sentenza politica emessa dalla Cassazione l’8 gennaio 2021 sulla strage ferroviaria di Viareggio (29 giugno 2009).

Sentiti ringraziamenti ai membri di Assemblea 29 giugno che hanno raccolto diverse migliaia di euro ai familiari delle 32 vittime di Viareggio che hanno contribuito sia individualmente che come associazione Il Mondo che vorrei Onlus con alcune migliaia di euro; alle realtà sindacali, ai consigli di fabbrica, ai Rsu/Rls, agli attivisti sindacali, ai lavoratori e alle lavoratrici, ai cittadini, alle associazioni, ai coordinamenti, ai comitati di Viareggio e di numerose altre città, che hanno sottoscritto autonomamente o dopo aver richiesto i riferimenti per inviare il loro prezioso contributo.

Tutti hanno ricevuto il doveroso ringraziamento da parte dei promotori della Campagna e della Cassa dei ferrovieri.

Quanto raccolto con la sottoscrizione sarà impiegato per coprire il "conto" presentato dai legali di FS per le spese legali. Quelle processuali, alle quali sono stati condannati i Rls, ancora non sono state determinate.

Intanto e pertanto, a 4 mesi dalla sentenza, le motivazioni della Cassazione sulla strage del 29 giugno 2009 sono ancora nel dimenticatoio.